Via Matteotti, Argenta (FE)
0532.804176
info@iisap.edu.it Pec: FEIS00100D@pec.istruzione.it

Lettera dal futuro

Argenta - Portomaggiore

Lettera dal futuro

Cari salvatori provenienti da altre epoche e altri mondi, vi prego leggete questa lettera di vitale importanza e seguite le istruzioni alla fine di quest’ultima, ma non prima di aver letto la mia storia e quella di molti dei vostri discendenti.
Correva l’anno 2085 quando, in seguito alla Terza Guerra Mondiale, il mio pianeta natale venne ridotto in macerie, a causa delle bombe a ioni, bombe di dimensioni ridicole ma con un potenziale distruttivo pari a migliaia delle ormai obsolete bombe atomiche. Quello stesso anno, in quanto ero figlio di un imprenditore che lavorava all’interno di una multinazionale produttrice di I-Robot e Smartphone V-R ad ologrammi, la Mapple, fui uno di quei miseri 7 miliardi facenti parte di un élite a cui fu concesso di stanziarsi su un altro pianeta, mentre i miei amici, non essendo della mia classe sociale, restavano sulla Terra a crepare uno dopo l’altro a causa dell’ambiente ormai inospitale per le radiazioni emesse dal procedimento di esplosione degli ioni. Con le lacrime agli occhi fui costretto a dire addio alla mia terra natale, mentre all’interno della mia navicella regnava l’indifferenza generale tra chi scrollava le notifiche sul pannello ologrammatico del proprio smartphone a realtà virtuale e chi invece discuteva con esseri molto più sensibili e umani di qualsiasi altro passeggero, ovvero i propri I-Robot nuovo di zecca. Arrivati su Bistox B-45T, pianeta distante 4 milioni di anni luce dalla via Lattea su cui si doveva fondare una nuova civiltà “umana”, appellativo non adatto a descrivere una popolazione indifferente alla morte dei propri fratelli e ormai alienata dalla tecnologia, vennero subito installati grattacieli, sede del potere politico “terrestre”. Durante tale installazione si venne a scoprire l’esistenza di una civiltà aliena sotterranea, la quale fu sterminata in pochi giorni e i loro corpi furono utilizzati come materiale smolecolarizzabile per la creazione del Titanium X, materiale indistruttibile con cui furono fortificate le città e fabbricate le strutture metalliche generatrici di campi di forza a protezione del pianeta in caso di attacchi alieni. Il potere capitalista e “democratico” del governo centrale portò alla colonizzazione di tutto l’universo nel giro di 100 anni.Vi starete sicuramente chiedendo perchè sono ancora vivo dopo 125 anni di età , questa è la mia età, e non sono ancora morto di vecchiaia?Semplicemente, i nostri scienziati hanno creato e somministrato, per ordine dello Stato, un siero dell’immortalità ai membri dell’”élite fondatrice”, che ha costretto a vivere fino alla fine dei tempi, una massa di persone “ormai morta cerebralmente” da cui insieme a pochi altri mi dissocio, continuando a “vivere”, leggendo illegalmente di nascosto e mantenendo la giustizia talvolta contro lo Stato stesso, per difendere i miei “concittadini”. Dopo questa premessa sulla mia situazione, voglio spiegarvi cosa c’entrate voi, destinatari del passato con questa vicenda:dovete aiutarci a sconfiggere il Partito Nazirobotico Intergalattico (PNRI), il quale minaccia non solo la nostra vita, la nostra realtà , il nostro universo ma pure il vostro, proprio perchè questo gruppo di I-Robot difettosi creati e comandati da un pazzo nostalgico di estrema destra, è stato votato alle recenti elezioni a causa dell’enorme influenza di alieni clandestini, e dopo aver creato un regime dittatoriale, uccidendo i disertori e facendo vivere nel terrore l’intero universo , ora minaccia di ritornare indietro nel tempo ed aiutare Hitler a vincere la Seconda Guerra Mondiale, con il proprio esercito di robot indistruttibili di Titanium X, dotati di tecnologie belliche devastanti per creare un impero utopico, universale ed eterno. Noi della Resistenza Intergalattica stiamo stiamo sabotando le loro ricerche del Quantonium in giro per l’universo, pietra fondamentale per la costruzione di un portale spazio-temporale così imponente da farci passare un esercito vastissimo come quello a disposizione del PNRI. Domani è il giorno che deciderà le sorti dell’universo:la Resistenza Intergalattica si scontrerà contro le truppe nazirobotiche presso l’ormai disabitato pianeta Terra, dove testeremo le nuove armi della Resistenza in grado di distruggere il Titanium X.

Mi raccomando,chinque leggerà questa lettera e si trova nell’epoca in cui l’ho spedita attraverso un portale, la faccia vedere alle autorità e faccia distruggere, in caso di nostra sconfitta, visibile tramite la vostra obsoleta macchina per lo scrutamento di epoche future, il continuum spazio-temporale con una bomba a ioni per intrappolare l’esercito nazirobotico in un’altra dimensione oppure bloccarlo nella sua epoca, ne va del destino dell’universo. Detto questo, che Xenu vi benedica e che il destino faccia il suo corso.

-Leonardo Gallerani

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento